lunedì 22 febbraio 2010

Un paese al contrario (grazie ai coglioni che votano Berlusconi and friends)

DA "IL FATTO QUOTIDIANO" 22/02/2010

Prossima mossa la riforma delle intercettazioni

Un paese nel quale nessuno fa più il suo mestiere. Un mondo di politici che non si occupano più della polis, di imprenditori non fanno più impresa e di giudici che non controllano ma aspirano solo a favori e incarichi.
E’ questa l’immagine dell’Italia che emerge dall’inchiesta del Ros dei carabinieri. E non stiamo parlando di mele marce ma di una pianta ben radicata nella coscienza nazionale. I protagonisti sono Denis Verdini, coordinatore del primo partito italiano; Btp, la settima impresa italiana di costruzioni; Achille Toro, numero due della Procura di Roma; Guido Bertolaso, secondo un sondaggio di Sky del 2009, più popolare del Papa. Non è la degenerazione del sistema berlusconiano, ma la migliore espressione del suo funzionamento. A volte le coincidenze sono presagi.

Continua a leggere su antefatto.ilcannocchiale.it

2 commenti:

Anonimo ha detto...

popolo italiano?popolo di coglione che fa fiducia a berlusconi!

Anonimo ha detto...

se i commenti ai miei post sono frasi offensive prive di fondamento....questo dici tu pochi interventi + sotto.

mi pare che di offensivo ci sia un bel titoletto qui....non è un bell esempio...e non ci si può aspettare solo commenti pacati.

detto questo sulle intercettazioni spero la riforma non ci sia nei termini posti fin ora.
n+