sabato 15 novembre 2008

Dittatura argentina

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Grazie al DiPietro-Pinochet
nasce "L'Italia dei valori"da un finanziamento ancora non ben chiarito,un partito dove il leader vittima del suo forte egocentrismo non lascia spazio ad un eredità futura,ad un giovane che possa fare uscire la struttura dalle briglie delle dichiarazioni da P.M. del proprio Re-Padrone.

Non si stupisca quindi Veltroni se all' interno del PD il massimalismo è rappresentato Da Di Pietro ,che nutre odio nei confronti di chi è ricco con il rischio probabile che potrebbe scagliarsi come un rottweiler anche contro le varie Barbara Palombelli e Alessandro Profumo frequentatori assidui del club.

PA ha detto...

...la firma è sempre gradita!
Comunque, io penso che se anche Di Pietro può avere una personalità egocentrica (può, nel senso che io non lo credo), porta comunque avanti, con coraggio, delle battaglie che si contrappongono in generale a leggi e provvedimenti che hanno alla base l'egocentrismo, l'individualismo, le ingiustizie, il rafforzamento delle iniquità e delle ineguaglianze ecc.
E' leader di un partito che secondo me alle prossime elezioni raddoppierà il suo peso, perchè sempre più persone hanno le palle piene di essere prese in giro da politici corrotti che pensano solo ai loro schifosi interessi.

Anonimo ha detto...

lo credo anche io Paolo.
come accadde con Mussolini e Hitler.
lo scontento porta agli estremismi e a sx DiPetro è il novello ducetto.
il problema è come fa a dirsi non corrotto uno che ha avuto sospette regalie (mercedes) e che ha fondato un partito con non si sa quali soldi...
Nunziocrociato