lunedì 12 luglio 2010

L'ideologia è il problema numero uno.



Più vado avanti, con gli aperti e attenti, e più che mai vedo nelle persone un nesso tra salute mentale e scelte politiche, tra scompensi psicologici e vicinanza ad ideologie che distorcono la realtà.
Purtroppo vedo nell'ideologia religiosa una delle più pericolose fonti di divisione nel mondo, perchè in primis divide l'uomo in se stesso, mettendo in conflitto le sue due anime, quella razionale e quella emotiva.
Ma non solo: è nemica del senso critico, della logicità, dell'armonia, puntando unicamente a produrre seguaci inebetiti, pronti a difendere a spada tratta una serie di dogmi che difficilmente sono messi in discussione per la loro connessione con scenari di male/sofferenza/punizione o bene/gioia/piacere INFINITI.

Nessun commento: