venerdì 25 dicembre 2009

No, ma va tutto bene!

Ci sono molte persone che di fronte alle denunce, al clima di preoccupazione di parte della popolazione risponde con tono indignato e scocciato: "i soliti pessimisti, i soliti lamentoni, i soliti comunisti" e altre amenità di questo genere.
Un ragazzi, di 31 anni, geometra, come me, entra in prigione per possesso di una modica quantità di droga leggera e dopo qualche giorno muore. Nel frattempo i genitori lo vedono solo una volta, già con la faccia tumefatta dalle violenze. Poi, gelida come se arrivasse da un capò di un campo di sterminio, arriva la notizia della sua morte.
I primi commenti, dei politici, dicono che la colpa è la droga oppure una caduta dalle scale.
Non c'è un minimo di interesse alla verità, solo le giustificazioni più infami.
In Italia, se sei nel posto sbagliato, nel momento sbagliato, per una colpe che molti dei politici tutt'oggi commettono senza alcuna preoccupazione, e non solo politici ma anche di militari, tanto ligi alle leggi (ho fatto il militare ed ho seguito di persona il caso di un sergente trovato a fumare marjiuana con amici: non gli è successo NULLA, nonostante il codice militare sia 100 volte più severo di quello civile), puoi morire ucciso da rappresentanti delle istituzioni senza sollevare nessun caso, come è avvenuto per Aldo Bianzino.
Mi rivolgo a tutte quelle persone che di fronte a questi gravissimi casi rispondono con un "sono cavoli suoi", o non gli interessa niente, oppure credono alle menzogne del potere, oppure appoggiano il potere anche quando questo è contro i diritti umani. Mi rivolgo a loro e dico: "vi auguro che vi capiti una sciagura di questo genere, me lo auguro con tutto il cuore". Solo così ci sarà la possibilità che il vostro cuore cambi e l'umanità faccia dei passi in avanti sulla via del progresso.


Omicidio di Federico Aldrovandi da parte di 4 agenti della polizia di Ferrara (condanna? no problem, c'è l'indulto): http://it.wikipedia.org/wiki/Omicidio_di_Federico_Aldrovandi

Marcello Lonzi, ucciso in carcere http://iltirreno.gelocal.it/dettaglio/articolo/1766847

Resistenza a pubblico ufficiale? No, probelm, ti torturiamo, ti uccidiamo e poi facciamo finta che ti sei suicidato (Manuel Eliantonio)http://piemonte.indymedia.org/article/2752?region=piemonte&type=reimbucatodaaltrimedia&media_type=TEXT&comment_limit=0&condense_comments=false

Negli anni '70 Francesco Mastrogiovanni era contro i fascisti. Nel 2009 la polizia lo prende, lo porta in carcere e lo uccide. I media ignorano la notizia:http://www.jacopofo.com/mastrogiovanni_morto_ospedale_psichiatrico_salerno_legato_letto_contenzione

La colpa di Riccardo Rasman? Era schizofrenico: ucciso di botte da 4 agenti della polizia. La giustizia italiana: 6 mesi di carcere per gli agenti (zero con l'indulto): http://www.youtube.com/watch?v=1B8bSwgZCA0

Nessun commento: