mercoledì 2 giugno 2010

Professioni e giustizia


Cosa farò da grande? Avvocato, architetto, medico, giornalista...?
Di questi mestieri molto spesso ci facciamo un'idea guardando a chi esercita da parecchi anni la professione.
Ma per "partire", funzionano tutte nello stesso modo?

GIORNALISTA: UN CALCIO NEL SEDERE NEL MIGLIORE DEI CASI (QUALCHE EURO PER OGNI ARTICOLO REDATTO). O UNA MANGANELLATA IN TESTA SE LO FA COME SECONDO MESTIERE : http://www.youtube.com/watch?v=Gcs-8dtjyQ0
ARCHITETTO: DA 0 EURO A 3-400 EURO, IN NERO. QUALCHE RARO FORTUNATO ARRIVA A 1000 CON P.IVA, E ALMENO 50 ORE DI LAVORO A SETTIMANA.
AVVOCATO: IDEM, COME SOPRA (SI SENTE DI GENTE CHE SUPERA LE 60 ORE A SETTIMANA...)
GEOMETRA: IDEM, COME SOPRA.
RAGIONIERE:IDEM, COME SOPRA.
MEDICO: 1.500-1.800 euro di borsa di studio al mese, freschi di laurea (e 38 ore settimanali)!

Eeeeeeeeeeeeh?????? Eh sì, è proprio così, i medici non sono come gli altri, hanno a che fare con la vita delle persone e quindi meritano di più. Se già questa è un'opinabilissima considerazione, allora mi chiedo, perchè non apriamo un po' il mercato ai medici? Perchè devo aspettare 4 mesi per fare un'analisi che già tra 1 settimana è troppo?
Perchè per essere pagati così tanto, i medici, devono essere pochi. Banalissima legge dell'economia. E nessuno dice niente, come per gli stipendi incredibili dei politici. Le caste, in Italia, non si toccano, agli italiani piace così.

Nessun commento: