mercoledì 17 ottobre 2007

Una bella notizia!!!


Ricordate l'intervista di Luttazzi a Travaglio durante la trasmissione Satyricon e il libro di Travaglio sulla vita di Berlusconi "L'odore dei soldi"? Il Cavaliere denunciò entrambe le iniziative dicendo che si trattava di contenuti falsi, diffamatori...
La Corte ha dato ragione a Travaglio in quanto si tratta di fatti "incontestati nella loro oggettività".
Guadare per credere!!
1 e 2.

3 commenti:

Anonimo ha detto...

è curioso notare come a sx ci sia l'ossessione su Berlusca e Bush.
Se sul secondo si può essere d'accordo al 80/90% sul primo c'è quasi da ridere...per vari motivi.
In primis per il fatto che a sx le coop fanno assai peggio, il problema è che essendo un ente non accusi la persona ma l'intero apparato dirigente, è un po come in USA che hanno accusato Mr Cooney per certe scorrettezze quando invece era la lobby petrolifera a farle...
ma a me va bene così perchè il giorno che Berlusca non farà politica a sx sarà peggio(sembre impossibile ma possono perdere ancora d+)
NUNZIO CROCIATO+

PA ha detto...

E' un po' inquietante pensare che si possa ridere degli sfasci morali che colpiscono il nostro paese, di cui Berlusconi è senza dubbio il personaggio più significativo, sia per l'abnorme quantità di atti illeciti, immorali, paranoici che ha commesso, sia per il fatto che è il leader del più grande partito italiano.
Tantomeno mi consola sapere che corruzione e mafia siano attributi che si accompagnano anche alla sinistra. Di fatto il post successivo parla proprio di questo, in particolare di Mastella. Se esistono documenti seri ed oggettivi sulle coop ben venga,li diffonderò: credo che difficilmente però si possano paragonare alle macroimprese criminali berlusconiane. Bisogna leggere il post di agosto per farsene un'idea.
Difficile capire cosa intendi definendo Berlusconi come ente. Intanto è una persona che ha preso decisioni, ha agito con le stesse capacità del resto dei comuni mortali. Ed è proprio nei confronti di quelle azioni che si rivolge lo sdegno e la rabbia di tutti coloro che hanno ancora un mimimo senso dell'etica.
Chi appoggia Berlusconi ha la stessa responsabilità di chi si tappa occhi e orecchie per non sapere chi è veramente.
I cristiani che lo fanno (a partire da personaggi come Baget Bozzo) commettono lo stesso errore di chi appoggiava il duce, dimenticandosi degli orrori che aveva commesso e che - con un minimo di analisi si poteva prevedere - stava per commettere.
Sembra che gli italiani amino perseverare negli errori...
Quelli che non potranno in futuro votare il Berlusca, credo che sia ovvio che non voteranno la parte politica che per anni ha cercato di contrastarlo!!! La sinistra e tutto il paese potranno tirare un microscopico sospiro di sollievo, ma poco cambierà.

PA ha detto...

...dimenticavo: anche gente sincera di destra ha ammesso il suo "rammarico" di fronte al Berlusca: Bossi (vedi post), Indro Montanelli e moltissimi altri.